Prezzo
Prezzo - slider
632
Selezione
Selezione
Mostra tutti
Confezione
Confezione
Nazione
Nazione
Mostra tutti
Regione
Regione
Mostra tutti
Tipologia
Tipologia
Mostra tutti
Produttori
Produttori
Mostra tutti
Anno
Anno
Mostra tutti
Formato
Formato
Mostra tutti
Abbinamenti
Abbinamenti
Mostra tutti
Premiati
Premiati
Mostra tutti

Valpolicella

Il Valpolicella DOC, con le sue diverse versioni tra cui il Classico, Superiore e Valpantena, è un vino rosso DOC di riconosciuta eccellenza, prodotto principalmente nella provincia di Verona, Italia. La zona di produzione comprende comuni come Marano, Fumane, Negrar, Sant’Ambrogio, San Pietro in Cariano, tra gli altri. Il cuore della produzione è nella zona Classica, che include i comuni storici di Negrar, Marano, Fumane, Sant’Ambrogio e San Pietro in Cariano. La Valpantena, nota per la sua valle a est di Verona, contribuisce alla varietà con il suo microclima unico.

I vitigni principali utilizzati nella produzione del Valpolicella includono la Corvina Veronese, che può variare dal 45% al 95% del blend, e la Rondinella, presente dal 5% al 30%. Altri vitigni come il Corvinone e varietà autoctone possono essere utilizzati per completare il blend. Questa selezione di uve conferisce al Valpolicella le sue caratteristiche distintive, con aromi di frutta rossa e nera, note speziate e tannini morbidi.

Il Valpolicella, con il suo carattere fruttato e minerale, si abbina perfettamente a piatti di carni bianche, formaggi e primi piatti leggeri. Le versioni Superiore, ideali per carni più robuste come la selvaggina e gli arrosti, offrono un’esperienza enogastronomica di livello superiore.

La storia della produzione vinicola in Valpolicella risale all’epoca romana e si è sviluppata notevolmente nel corso dei secoli, grazie anche al contributo dei monaci benedettini durante il medioevo. Oggi, Valpolicella è una regione vinicola di fama internazionale, apprezzata per la sua storia, il paesaggio collinare e la qualità dei suoi vini.

Caratteristiche del Valpolicella

Il Valpolicella DOC è un vino ricco di storia e tradizione, proveniente dalla zona vinicola di Verona. Questo vino si distingue per la sua qualità e la varietà delle sue espressioni, grazie all’uso di vitigni autoctoni come la Corvina, Corvinone e Rondinella. Ogni varietà apporta qualità uniche, rendendo il Valpolicella un vino apprezzato a livello internazionale.

Esame Visivo

  • Colore: Il Valpolicella si presenta con un colore rosso rubino intenso, talvolta impreziosito da riflessi violacei, che riflettono la sua vivacità e freschezza.

Esame Olfattivo

  • Note Olfattive: Al naso, il Valpolicella offre un bouquet ricco e complesso, con note avvolgenti di mandorla amara, fiori, e una leggera speziatura. Queste fragranze si combinano armoniosamente per creare un profumo distintivo e invitante.

Esame Gusto-Olfattivo

  • Caratteristiche al Gusto: In bocca, il Valpolicella si rivela asciutto e vellutato, offrendo una piacevole freschezza e tannini setosi. La sua struttura equilibrata e la rotondità lo rendono un vino elegante e piacevolmente persistente.

Il Valpolicella, nella sua varietà di espressioni, si adatta a diversi tipi di abbinamenti culinari, risultando ideale per carni bianche, formaggi, e piatti leggeri, mentre le versioni Superiore si accostano perfettamente a selvaggina e arrosti. La sua versatilità lo rende un compagno ideale per diverse occasioni, dalla tavola quotidiana a momenti di convivialità più formali.

Ogni sorso di Valpolicella è un viaggio attraverso le tradizioni e la passione dei produttori locali, un’esperienza sensoriale che riflette l’amore e la dedizione per la terra di questa storica regione vinicola italiana.

Zone di produzione del Valpolicella

La Valpolicella DOC, una delle zone vitivinicole italiane più prestigiose, si estende in diverse aree della provincia di Verona. La sua produzione è divisa principalmente in tre sottozone distinte: la Valpolicella Classica, la Valpolicella Valpantena e la Valpolicella Allargata.Valpolicella Classica: Comprende le valli di Fumane, Marano di Valpolicella, Negrar di Valpolicella, Sant’Ambrogio di Valpolicella e San Pietro in Cariano. Questa è la zona storica di produzione del Valpolicella, dove si trovano i vigneti più antichi.Valpolicella Valpantena: Questa sottozona include l’omonima valle di Valpantena. È conosciuta per il suo terreno particolare e il microclima che influenzano positivamente la qualità delle uve coltivate.Valpolicella Allargata: Comprende una serie di comuni come Lavagno, Mezzane, Tregnago, Illasi, Colognola ai Colli, Cazzano di Tramigna, Grezzana, Pescantina, Cerro Veronese, San Mauro di Saline e Montecchia di Crosara. Questa zona è stata inclusa in tempi più recenti rispetto alle altre due e si caratterizza per una varietà di suoli e condizioni climatiche.Ogni sottozona contribuisce con caratteristiche uniche al vino Valpolicella, grazie alla diversità di suoli e climi. Questa diversità si riflette nelle caratteristiche organolettiche dei vini prodotti, rendendo la Valpolicella una regione vinicola di grande interesse e varietà​

Disciplinare del Valpolicella

Il disciplinare di produzione del Valpolicella DOC regola attentamente la produzione di questo rinomato vino italiano, assicurandone l’alta qualità e il rispetto delle tradizioni vinicole della zona.

Tecniche Agronomiche e Allevamento dei Vigneti

Nel corso degli anni, la viticoltura nella zona di Valpolicella ha subito notevoli evoluzioni. Si è passati dalla tradizionale pergola veronese doppia, nota anche come “tendone”, alla pergola semplice e alla “pergoletta veronese”. Questi sistemi di allevamento garantiscono un incremento qualitativo delle uve attraverso il rinnovo frequente del tralcio e una limitazione della produzione per ceppo. I viticoltori attuano potature contenute e limitano il carico di gemme per ceppo, così come le produzioni per ettaro, per mantenere un equilibrio naturale tra vegetazione e produttività della pianta.

Specificità del Prodotto

Le uve utilizzate per il Valpolicella provengono esclusivamente da varietà autoctone. La Corvina è la varietà principale, contribuendo significativamente alla struttura e al corpo del vino. Le uve hanno un livello zuccherino medio e un’acidità variabile, a seconda delle condizioni climatiche, che contribuisce alla freschezza del vino. La Rondinella, un altro vitigno chiave, apporta colore e struttura al Valpolicella.

Caratteristiche del Valpolicella DOC

Il Valpolicella DOC è un vino giovane e raffinato. Ha un colore rosso rubino, un profumo vinoso e sottile con note di ciliegia e rosa, e un sapore fresco, secco, leggermente tannico e vivace. La tipologia “”Superiore”” richiede un affinamento minimo di un anno e si distingue per il suo colore rubino con note granate, un profumo leggermente etereo e di vaniglia, e un sapore più affinato, armonico, secco e vellutato.

Legame con l’Ambiente

Il clima mite e la composizione del suolo nella Valpolicella influenzano notevolmente la qualità del vino. I suoli sabbioso-ghiaiosi ed argillosi delle colline forniscono uve con una buona dotazione zuccherina e un equilibrio acido ottimale. Questi fattori contribuiscono a un Valpolicella equilibrato, con un profilo sensoriale complesso e caratterizzato, soprattutto grazie alla componente autoctona “”Rondinella””.

Le specifiche del disciplinare del Valpolicella riflettono un attento equilibrio tra tradizione e innovazione, garantendo che ogni bottiglia prodotta sotto questa denominazione rispecchi la qualità e l’unicità della regione vitivinicola di Valpolicella

Abbinamenti consigliati con il Valpolicella

Il Valpolicella DOC è un vino versatile e armonioso, che si abbina perfettamente a una varietà di piatti della cucina italiana. Qui di seguito, sono elencati alcuni degli abbinamenti più consigliati per esaltarne il gusto.

Abbinamenti Principali

Il Valpolicella si sposa bene con diversi tipi di cibo, a seconda della sua tipologia:

Antipasti: Ideale per accompagnare antipasti leggeri, il Valpolicella si abbina particolarmente bene con affettati e salumi. La sua freschezza e leggerezza ne fanno un ottimo aperitivo.Primi Piatti: Il vino si accorda magnificamente con primi piatti a base di carne, come i ravioli di carne al ragù o il risotto alla milanese. Anche i sughi di carne rossi, in generale, si abbinano bene con il Valpolicella.Secondi Piatti: Per i secondi, il Valpolicella si abbina bene con carni bianche, sia grigliate che arrosto. Esempi specifici includono piatti come il pollo alla cacciatora, una ricetta tipica della Toscana che esalta la genuinità e consistenza del pollo con un sughetto ricco e aromatico.Pesce: Sorprendentemente, durante i mesi estivi, un Valpolicella leggermente raffreddato può essere un ottimo abbinamento anche per piatti di pesce, grazie alla sua acidità e freschezza.

Consigli Generali

Il Valpolicella, con il suo carattere equilibrato e versatile, può essere servito in varie occasioni. È importante servirlo alla giusta temperatura, idealmente tra i 16 e i 18 gradi Celsius, per apprezzarne appieno le qualità organolettiche.

In conclusione, il Valpolicella è un vino che si adatta a molti piatti diversi, rendendolo una scelta eccellente per una vasta gamma di occasioni gastronomiche

Prezzo
Prezzo - slider
632
Selezione
Selezione
Mostra tutti
Confezione
Confezione
Nazione
Nazione
Mostra tutti
Regione
Regione
Mostra tutti
Tipologia
Tipologia
Mostra tutti
Produttori
Produttori