Prezzo
Prezzo - slider
10374
Selezione
Selezione
Mostra tutti
Confezione
Confezione
Nazione
Nazione
Mostra tutti
Regione
Regione
Mostra tutti
Tipologia
Tipologia
Mostra tutti
Produttori
Produttori
Mostra tutti
Anno
Anno
Mostra tutti
Formato
Formato
Mostra tutti
Abbinamenti
Abbinamenti
Mostra tutti
Premiati
Premiati
Mostra tutti

Supertuscan

Il Supertuscan è un vino rosso distintivo prodotto principalmente in Toscana, Italia, famoso per il suo approccio innovativo e sperimentale. Originariamente creati per rispondere a una crisi d’immagine dei vini tradizionali toscani e per esplorare nuove potenzialità enologiche, i Supertuscan hanno ottenuto un grande successo internazionale.

La produzione dei Supertuscan si concentra soprattutto nelle zone della Toscana come Bolgheri, Chianti, e la Maremma Toscana. Questi vini, nati inizialmente come vini da tavola o DOC regionali, si distinguono per la loro alta qualità e per essere spesso il prodotto di punta delle aziende vitivinicole. Il successo dei Supertuscan è dovuto anche alla loro storia relativamente giovane ma ricca di successi, come il riconoscimento internazionale ottenuto dal Sassicaia nel 1985.

I Supertuscan sono caratterizzati dall’uso di uve sia autoctone, come il Sangiovese, sia internazionali, in particolare varietà bordolesi come il Cabernet Sauvignon e il Merlot. Spesso questi vini vengono affinati in barriques (piccole botti di rovere), una pratica ispirata alla vinificazione bordolese.

Questi vini combinano la struttura e la complessità dei vitigni bordolesi con le caratteristiche uniche del terroir toscano, risultando in vini di grande eleganza e complessità. I Supertuscan sono ideali per abbinamenti con piatti ricchi e sapidi, come carni rosse, selvaggina e formaggi stagionati.

Caratteristiche del Supertuscan

I vini Supertuscan rappresentano un’innovativa espressione enologica toscana, distinti per la loro ricchezza aromatica e strutturale. Questi vini, nati dalla sperimentazione e dall’uso di vitigni non tradizionali per la regione, offrono un’esperienza sensoriale unica.

Esame Visivo: Colore

I Supertuscan sono noti per il loro colore intenso e profondo. La predominanza di vitigni come il Cabernet Sauvignon e il Merlot, spesso in combinazione con il Sangiovese, conferisce a questi vini una tonalità rubino carica, talvolta con riflessi violacei, che denota la loro concentrazione e ricchezza.

Esame Olfattivo: Note Aromatiche

Al naso, i Supertuscan rivelano un bouquet complesso e stratificato. Le note olfattive variano a seconda delle specifiche uve utilizzate e del metodo di affinamento, ma è comune trovare aromi di frutta rossa matura, spezie, e sentori di tostatura derivanti dall’invecchiamento in barrique. Alcuni Supertuscan possono anche presentare nuance erbacee o di tabacco, arricchendo ulteriormente il loro profilo aromatico.

Esame Gusto-Olfattivo: Caratteristiche al Gusto

In bocca, i Supertuscan sono tipicamente corposi e strutturati, con un equilibrio armonico tra acidità e tannini morbidi. Il loro gusto è caratterizzato da un’intensa espressione di frutta rossa e nera, spesso accompagnata da sfumature speziate e vanigliate, oltre a una persistenza notevole. Questa complessità e profondità di sapori rende i Supertuscan vini ideali per l’invecchiamento, capaci di evolversi e migliorare nel tempo.

Queste caratteristiche fanno dei Supertuscan vini distintivi e ricercati, apprezzati tanto a livello nazionale quanto internazionale.

Zone di produzione del Supertuscan

I vini Supertuscan, nati dalla volontà di produttori toscani di andare oltre le restrizioni dei disciplinari tradizionali, hanno trovato le loro radici principalmente in Toscana. Le zone di produzione di questi vini si estendono su diverse aree di questa regione, ciascuna conferendo caratteristiche uniche al vino.Uno dei principali terreni di produzione del Supertuscan è l’area del Chianti Classico, situata tra Firenze e Siena. Questa zona è nota per la sua ricca storia vinicola e per i suoi paesaggi incantevoli, dominati da colline, oliveti e vigne. Qui, la varietà Sangiovese, largamente presente, ha svolto un ruolo cruciale nello sviluppo dei Supertuscan.Un’altra area significativa per la produzione dei Supertuscan è la costa tirrenica della Toscana, in particolare la zona di Bolgheri. Questa regione, un tempo trascurata, è emersa come una delle principali aree di produzione di vini di alta qualità, grazie alla sua posizione e al clima favorevole. La zona di Bolgheri si è distinta per l’adozione di vitigni bordolesi, come il Cabernet Sauvignon e il Merlot, che si sono adattati eccezionalmente bene al terroir locale.Oltre a queste, diverse altre aree in Toscana contribuiscono alla produzione di Supertuscan, ciascuna con le sue peculiarità e il suo microclima. Questa diversità di terreni e condizioni climatiche permette ai Supertuscan di esprimere un’ampia gamma di stili e profili aromatici, rendendoli alcuni dei vini più versatili e ricercati nel panorama vinicolo mondiale.

Disciplinare del Supertuscan

I Supertuscan sono vini rossi toscani che si distinguono per non aderire a un disciplinare di produzione standardizzato. Questi vini sono nati come una sorta di rivoluzione nel panorama vinicolo toscano, in risposta alla rigidità dei disciplinari tradizionali come quello del Chianti e del Chianti Classico.

Origini e Sviluppo

Originariamente, i Supertuscan sono emersi come una risposta alla limitazione dei vitigni imposta dai disciplinari DOC e DOCG tradizionali. Nel corso degli anni, vari aggiustamenti ai disciplinari del Chianti hanno permesso l’introduzione di vitigni non autoctoni, come il Cabernet Sauvignon e il Merlot, affiancati al Sangiovese. Questo ha aperto la strada alla creazione di vini innovativi che combinano la tradizione toscana con l’internazionalità dei vitigni bordolesi.

Caratteristiche Principali

Non essendo legati a un disciplinare specifico, i Supertuscan possono sfruttare una varietà di uve, tecniche di vinificazione e metodi di invecchiamento. Questo permette ai produttori di esplorare liberamente combinazioni innovative di vitigni e tecniche per ottenere vini unici. Il passaggio in barriques, piccole botti di rovere, è uno degli aspetti distintivi nella produzione di molti Supertuscan.

Importanza Storica e Culturale

I Supertuscan hanno giocato un ruolo fondamentale nell’evoluzione delle normative vinicole in Italia, influenzando la produzione di vini DOC e DOCG. Hanno contribuito a valorizzare il potenziale dei vini italiani sulla scena mondiale, orientando il focus verso la qualità anziché la quantità. Inoltre, hanno aiutato a riconoscere e sfruttare le potenzialità di diverse zone della Toscana.

In conclusione, i Supertuscan sono più di una semplice categoria di vini; rappresentano un movimento che ha trasformato radicalmente la viticoltura toscana, valorizzando l’espressione del terroir e l’innovazione enologica

Abbinamenti consigliati con il Supertuscan

Il Supertuscan, con la sua struttura e complessità aromatica, si presta a numerosi abbinamenti gastronomici. Questi vini rossi toscani, noti per la loro ricchezza e intensità, si abbinano splendidamente con diversi tipi di cibo, dalla carne ai piatti più elaborati. Ecco alcuni esempi specifici:

Abbinamenti con Carne

Il Supertuscan si abbina perfettamente con piatti a base di carne rossa. Ad esempio, il Sassicaia, noto per i suoi sapori di prugna, ribes nero, ciliegia, lampone, fragola e prugna, si accosta bene a piatti come il filetto di manzo (Filet Mignon), grazie alla sua acidità vivace e ai tannini setosi che non sovrastano il sapore delicato della carne. Un altro ottimo abbinamento è con la Bistecca alla Fiorentina, un taglio di carne ricco di sapore che bilancia i tannini fermi del vino Ornellaia, caratterizzato da frutta rossa matura e note di vaniglia tostata, pelle, espresso e spezie. Il Grattamacco Rosso, con le sue note di frutta rossa, ciliegia nera, prugna e mora, si sposa bene con il cinghiale, valorizzando la ricchezza del vino e l’intensità della carne.

Abbinamenti con Pasta e Pizza

I Supertuscan, come il Tignanello, che presenta note di ciliegia scura, fragola e prugna, con caffè tostato ed erbe, si abbinano bene con piatti di pasta e pizza a base di carne. La loro acidità setosa e i tannini vivaci si accostano magnificamente ai sapori ricchi e speziati di questi piatti.

Abbinamenti con Selvaggina e Formaggi

Vini come il Sassicaia si abbinano bene anche con la selvaggina, come il cinghiale, e con formaggi stagionati. Questi vini, grazie al loro corpo e struttura, complementano la ricchezza e la complessità dei sapori della selvaggina e dei formaggi stagionati.

Abbinamenti con Piatti Internazionali

Un Supertuscan come il Tignanello, con la sua struttura e speziatura, può essere abbinato con piatti internazionali come il pollo al curry, il pulled pork, gli hamburger e il filetto alla Wellington.

In conclusione, i Supertuscan offrono una versatilità notevole negli abbinamenti, potendo accompagnare una vasta gamma di piatti, dalla carne rossa ai formaggi stagionati, fino a piatti più elaborati e internazionali. La chiave sta nel bilanciare la ricchezza e la struttura del vino con i sapori intensi e ricchi dei piatti.

Prezzo
Prezzo - slider
10374
Selezione
Selezione
Mostra tutti
Confezione
Confezione
Nazione
Nazione
Mostra tutti
Regione
Regione
Mostra tutti
Tipologia
Tipologia