Prezzo
Prezzo - slider
5949
Selezione
Selezione
Mostra tutti
Confezione
Confezione
Nazione
Nazione
Mostra tutti
Regione
Regione
Mostra tutti
Tipologia
Tipologia
Mostra tutti
Produttori
Produttori
Mostra tutti
Anno
Anno
Mostra tutti
Formato
Formato
Mostra tutti
Abbinamenti
Abbinamenti
Mostra tutti
Premiati
Premiati
Mostra tutti

Spumanti

 

Spumanti

Il vino spumante è un tipo di vino frizzante che viene prodotto attraverso un processo di fermentazione naturale. Ci sono diverse tecniche per produrre vini spumanti, ma i metodi più conosciuti sono il metodo Charmat e il metodo classico (o champenoise).

Il metodo Charmat

Il metodo Charmat, chiamato anche metodo Martinotti, prende il nome dal chimico italiano Federico Martinotti, che lo ha sviluppato nel 1895. In questo processo, il vino base viene fermentato una seconda volta in grandi serbatoi di acciaio inox, chiamati autoclavi, a una temperatura controllata e con l’aggiunta di lieviti selezionati. L’anidride carbonica prodotta dalla fermentazione rimane intrappolata nel vino, che diventa effervescente. Dopo la fermentazione, il vino viene filtrato e imbottigliato, pronti per essere commercializzati.Questo metodo è utilizzato per produrre vini spumanti come il Prosecco e l’Asti. È un metodo più economico rispetto al metodo classico, poiché non richiede lunghe fasi di invecchiamento in bottiglia e l’utilizzo di botti di legno. 

Il metodo classico

Il metodo classico, chiamato anche metodo champenoise, prende il nome dalla regione francese della regione dello Champagne, dove è stato sviluppato nel XVII secolo. In questo processo, il vino base viene fermentato una prima volta in botti o serbatoi di acciaio inox o di legno. Successivamente, il vino viene mescolato con una soluzione di zucchero e lieviti e imbottigliato con un tappo a corona o bidule , che permette la fermentazione della soluzione all’interno della bottiglia. Questo processo prende il nome di rifermentazione in bottiglia. Durante questa fase, gli zuccheri si trasformano in alcol e anidride carbonica, che rimane intrappolata nella bottiglia e conferisce al vino la caratteristica effervescenza. La rifermentazione in bottiglia dura diversi mesi o anche anni, a seconda del tipo di vino che si vuole ottenere.Dopo la rifermentazione, il vino viene affinato in bottiglia per un periodo di tempo variabile, a seconda del tipo di vino e delle preferenze del produttore. Durante l’affinamento, il vino sviluppa ulteriori aromi e profumi, grazie al contatto con i lieviti morti, che si depositano sul fondo della bottiglia. Questo processo prende il nome di autolisi e conferisce al vino una maggiore complessità.Infine, prima della commercializzazione, il vino viene degorgément, cioè si rimuove il tappo a corona e si espelle il sedimento presente nella bottiglia rimasto intrappolato nella bidule del tappo. In questo modo, il vino diventa limpido e cristallino.Il metodo classico è utilizzato per produrre vini spumanti di alta qualità, come lo Champagne, il Franciacorta DOCG e il Trento DOC. È un metodo più costoso e laborioso rispetto al metodo Charmat, poiché richiede lunghe fasi di invecchiamento in bottiglia e una maggiore cura nella gestione delle bottiglie che riposano nelle cantine o caveau. 

Cenni di Storia

Le prime testimonianze della produzione di vini effervescenti risalgono all’antica Grecia e all’antica Roma, dove veniva prodotto un vino frizzante chiamato “vinum titillum”. Questo vino veniva ottenuto aggiungendo miele o zucchero al mosto prima della fermentazione e imbottigliando il vino ancora in fermentazione. La fermentazione continuava all’interno della bottiglia, producendo anidride carbonica e rendendo il vino effervescente.Tuttavia, è nella regione francese della Champagne che il vino spumante ha raggiunto la massima espressione di qualità e prestigio. La Champagne è una regione situata nel nord-est della Francia, famosa per i suoi vini spumanti prodotti secondo il metodo classico (champenoise), che prevede la fermentazione del vino all’interno della bottiglia.La storia del vino spumante nella Champagne risale al XVII secolo, quando i produttori di vino della regione iniziarono a sperimentare nuove tecniche di produzione per ottenere vini di alta qualità. In particolare, si scoprì che i vini prodotti nella regione erano particolarmente adatti alla produzione di vini effervescenti, grazie alla presenza di terreni calcarei e alle basse temperature dell’area.Il primo produttore di Champagne a ottenere un grande successo commerciale fu il monaco benedettino Dom Pérignon, che lavorava come maestro cantiniere dell’Abbazia di Hautvillers nella Champagne. Dom Pérignon introdusse nuove tecniche di vinificazione e invecchiamento, come l’utilizzo di tappi di sughero per chiudere le bottiglie e l’affinamento in bottiglia per lunghi periodi di tempo. Grazie a queste innovazioni, i vini prodotti da Dom Pérignon divennero molto popolari e furono esportati in tutta Europa.Nel corso dei secoli successivi, la produzione di vini spumanti si diffuse in tutto il mondo, con l’introduzione di nuove tecniche di produzione e l’utilizzo di uve diverse. Oggi, i vini spumanti sono prodotti in molti paesi, tra cui l’Italia, la Spagna, la Germania, gli Stati Uniti, l’Australia e molti altri. Il vino spumante è diventato un simbolo di festa e di celebrazione, associato a occasioni speciali come Capodanno, matrimoni e compleanni. Grazie alla sua effervescenza, al suo sapore fresco e alle sue note fruttate, il vino spumante è apprezzato in tutto il mondo e continua a essere uno dei tipi di vino più amati e apprezzati. 

Le migliori zone

Se sei alla ricerca di un’esperienza vinicola effervescente, non puoi perderti la nostra selezione dei migliori vini spumanti e metodo classico italiani, suddivisi per regione. Inizia dalla Lombardia, la patria del celebre Franciacorta, e assapora le bollicine cremose e raffinate del metodo classico. In Trentino-Alto Adige, prova lo spumante Trento DOC, ottenuto da uve Chardonnay e Pinot Nero coltivate a elevata altitudine, e scopri la freschezza e l’eleganza delle sue bollicine. In Veneto, il regno del Prosecco, delizia il palato con il frizzante e aromatico Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG, o il raffinato e complesso Conegliano Valdobbiadene Superiore di Cartizze. In Friuli, il Metodo Classico rappresenta l’eccellenza enologica della regione, mentre in Sardegna, lo spumante Vermentino di Gallura DOCG è un must per gli amanti del vino. Non dimenticare il Trento DOC , e il Moscato d’Asti Piemonte DOCG inoltre l’Altalanga.Siamo sicuri che la nostra selezione dei migliori vini spumanti e metodo classico italiani ti lascerà senza parole. Ordina ora e goditi la tua esperienza vinicola effervescente comodamente a casa tua.

Prezzo
Prezzo - slider
5949
Selezione
Selezione
Mostra tutti
Confezione
Confezione
Nazione
Nazione
Mostra tutti
Regione
Regione
Mostra tutti
Tipologia
Tipologia
Mostra tutti
Produttori
Produttori